Migliore griglie elettriche del 2020

Chi ama mangiare cercando di soddisfare i piaceri della tavola apprezzerà sicuramente il tipo di cottura alla brace. Sentire lo sfrigolio del grasso che cola, quel profumo inebriante che apre lo stomaco e la gioia di gustare un piatto saporito e leggero allo stesso tempo. L’unico problema è che per accendere un barbecue bisogna trovarsi in un ambiente aperto e piuttosto ampio, come potrebbe essere ad esempio un giardino, e purtroppo non tutti abbiamo la fortuna di possederne uno. Il terrazzo di casa sembrerebbe essere una soluzione ma moltissimi condomini vietano la possibilità di accenderne uno e se pure così non fosse proprio quel fumo che porta con sé il delizioso odore di carne che si cuoce potrebbe entrare in casa creando un effetto decisamente sgradevole. Fortunatamente esiste un metodo per non rinunciare alla bontà di un piatto cucinato alla griglia ovvero mettersi all’opera usando una griglia elettrica. Un simile elettrodomestico, pur ottenendo lo stesso risultato, permette di dire addio alla classica griglia a carbone in modo pratico e veloce, grazie alla capacità di scaldarsi in poco tempo è infatti immediatamente pronta per la cottura di carne, pesce e verdure.

Usare una griglia elettrica è un ottimo modo per cuocere piatti leggeri, gustosi e senza grassi per riuscire a mantenersi in forma senza rinunciare ai piaceri della gola

Cos’è una griglia elettrica

Una griglia elettrica è un piccolo elettrodomestico che sfruttando il calore prodotto dalla corrente elettrica, la cui caratteristica è quella di raggiungere in pochi minuti una temperatura elevata, riesce a cuocere specifici alimenti. Il principale aspetto positivo che ha convinto sempre più persone a ricorrere all’utilizzo di una griglia elettrica è rappresentato dalla possibilità di poter ottenere ottimi piatti alla griglia pur restando all’interno di spazi chiusi contenendo notevolmente fumo e odori sgradevoli. A fronte di una domanda crescente le aziende che operano nel settore dei piccoli elettrodomestici, per avvicinarsi sempre di più alle esigenze dei propri clienti, hanno immesso nel mercato un enorme varietà di modelli che possono diversificarsi anche in base ai materiali scelti. Il migliore resta indubbiamente l’acciaio inox che oltre all’eccezionale resistenza al calore è facile da pulire ed è dotato di qualità anti-corrosive.

Come scegliere la griglia adatta a noi

Pur avendo la medesima funzione ogni griglia elettrica si caratterizza dai suoi competitor in base a determinati elementi che bisogna valutare prima di compiere una scelta d’acquisto.

Regolazione della temperatura: È la possibilità di regolare la temperatura in base al livello di cottura che si vuole raggiungere.
Potenza: Riguarda la velocità che occorre ad una griglia per riscaldarsi, ad una potenza maggiore corrisponde un minor tempo di cottura ma anche un consumo più elevato.
Lavaggio: Bisogna considerare sempre il tipo di pulizia consigliato dalla casa produttrice, le componenti di alcuni modelli potrebbero essere escluse dal lavaggio in lavastoviglie.
Prezzo: Il costo di una griglia elettrica varia in base al modello e alle funzionalità, è bene orientarsi su un prodotto che soddisfi anche le esigenze del portafoglio.

Scegliere un elettrodomestico simile vuol dire valutare innanzitutto quali sono le effettive esigenze che abbiamo e quando ci si orienta fra i diversi modelli bisogna soprattutto chiedersi che uso se ne andrà a fare. In commercio fortunatamente ne esistono di diversi tipi che, oltre all’aspetto economico, variano in base alla potenza,  alle dimensioni e agli accessori. Proprio la dimensione è forse l’elemento primario da considerare in quanto dalla grandezza dipende sostanzialmente la quantità di cibo che si può cuocere contemporaneamente sulla griglia. Volendo fare un esempio è chiaro che un single e una famiglia numerosa avranno necessità di rivolgersi a prodotti completamente diversi. Legato sempre alla dimensione della griglia, un altro fattore da tenere in considerazione è quello dello spazio: al momento della scelta occorre infatti considerare il luogo dove solitamente si intende usarla e dove si è poi deciso di riporla quando non ne abbiamo bisogno. Avere a disposizione un terrazzo oppure un ampio piano di lavoro in cucina permette di rivolgere le proprie attenzioni verso griglie elettriche più grandi rispetto al caso di vivere per ipotesi in un monolocale con un piccolo balcone.

Scegliere una griglia elettrica in base alla potenza

La potenza di una griglia elettrica riguarda direttamente le velocità che occorre alla resistenza per scaldarsi ed essere quindi pronta alla cottura. Ovviamente grazie ad una grande varietà di prodotti in commercio sarà legata al tipo di modello scelto e da essa dipenderà anche la quantità di consumo elettrico che ne deriverà. In media le griglie elettriche presenti sugli scaffali possono avere una potenza che varia dai 800 ai 2400 watt, maggiore è il consumo e minore sarà il tempo che occorrerà alla resistenza per infiammarsi riuscendo a mantenere la temperatura per più tempo. Inoltre la potenza aumenta chiaramente anche in base alle dimensioni della griglia elettrica, infatti una che abbia una superficie extralarge ha bisogno di usare una resistenza più grande e quindi necessiterà di un consumo maggiore rispetto ad una griglia piccola.

Una griglia elettrica che abbia una potenza di circa 2000 watt potrebbe rappresentare la scelta capace di soddisfare le esigenze della maggior parte delle persone.

Una griglia elettrica utilizzando chiaramente l’elettricità comporta indubbiamente anche un consumo energetico che in base all’uso può essere in alcuni casi anche abbastanza rilevante. Quando si decide di acquistare quindi una griglia elettrica la prima cosa da tenere in considerazione è l’effettiva necessità che vogliamo andare a soddisfare per evitare di ritrovarsi con un elettrodomestico non adatto a noi che sia o troppo debole e lento oppure che provochi un inutile spreco di energia.

I vantaggi di una griglia doppia

Nel mercato dei piccoli elettrodomestici esistono diversi modelli di griglie elettriche, alcune di queste si differenziano dall’essere dotati di una griglia doppia. In questo caso parliamo di prodotti che hanno dimensioni più importanti che permettono addirittura, grazie alla presenza di resistenze separate, di cucinare usando solo una parte della griglia oppure di dedicarsi contemporaneamente alla cottura di più alimenti contemporaneamente. È un tipo di griglia che riesce quindi a soddisfare le esigenze di più persone, particolarmente adatto quindi a chi vive in una famiglia numerosa o di chi solitamente vuole avere il piacere di gustare del cibo grigliato in compagnia di amici.

Come si usa una griglia elettrica

L’uso di una griglia elettrica è davvero estremamente facile. Al di sotto della griglia su cui dev’essere posizionato il cibo nella stragrande maggioranza dei modelli è presente una vaschetta estraibile che dev’essere riempita d’acqua prima di iniziare la cottura, qui si andrà infatti ad accumulare il grasso che viene rilasciato ad esempio dalla carne o dal pesce che staremo preparando. Questo rappresenta indubbiamente un interessante vantaggio in quanto così facendo il grasso del cibo viene eliminato facendo arrivare sulle nostre tavole un piatto più sano e meno calorico. In più il grasso, riversandosi nell’acqua e non su una fonte di calore esclude la presenza anche di quel fumo e quegli odori sgradevoli che si generano in certi casi. Per utilizzare la griglia basterà semplicemente accenderla inserendola in una presa elettrica e laddove sia previsto premere l’interruttore, dopo si dovrà soltanto attendere che la superficie diventi ben calda prima di disporre il cibo. Infatti è sempre meglio aspettare che la griglia sia alla giusta temperatura prima di posizionare gli alimenti che altrimenti potrebbero attaccarsi. Per procedere alla cottura è necessario regolare la temperatura attraverso il termostato, è normale infatti che ogni alimento richieda un proprio grado di cottura diverso da un altro che può variare anche in base al gusto personale. Inoltre alcuni modelli di griglia elettrica permettono di essere regolati in altezza dando così la possibilità di scegliere la distanza da applicare fra il cibo e la serpentina.

Ogni azienda dà in dotazione della griglia elettrica un libretto di istruzioni che dev’essere consultato per apprendere il corretto modo d’uso nonché delle pratiche indicazioni di cottura.

Come pulire correttamente una griglia elettrica

Affinché possiate godere della bontà dei piatti che la vostra griglia elettrica potrà regalarvi è assolutamente necessario che vengano seguite le norme di una corretta manutenzione prima fra tutte la sua pulizia. Dopo aver gustato il vostro cibo dovrete attendere che la griglia si sia raffreddata per eliminare il grasso presente con un panno umido, nel caso in cui fosse unta vi basterà riscaldare la griglia leggermente e strofinarla con mezzo limone o dell’aceto. Per quanto riguarda poi la vaschetta potrete semplicemente lavarla con un normale detersivo per i piatti oppure metterla in lavastoviglie.

I vantaggi di una cottura alla griglia

Cuocere il cibo su una griglia porta a trarre diversi benefici, innanzitutto è un tipo di cottura molto facile e veloce, in più se fatta per bene regala piatti decisamente più salutari di altri metodi in quanto parliamo di pietanze alle quali non occorre aggiungere grassi o condimenti. La cosa fondamentale per un uso sano e gustoso è quello di conoscere i giusti tempi e le temperature adatte, bisogna ricordare infatti che un alimento lasciato troppo tempo a contatto con del metallo o che brucia a causa di un calore eccessivo produce sostanze che possono rivelarsi dannose per il nostro corpo. Per non incappare in problemi simili l’uso di una griglia elettrica risulta essere estremamente utile in quanto la maggior parte dei prodotti presenti in commercio sono dotate di un termostato attraverso il quale si può dosare il calore che vogliamo usare per la preparazione. Il fatto poi che il cibo in fase di cottura rilasci tutto il grasso in eccesso permette di gustare un piatto sicuramente più salutare e in linea con i principi di una corretta alimentazione.

Meglio usare una griglia elettrica o affidarsi ad una tradizionale?

Per alcune persone sembra essere davvero difficile rinunciare al caro vecchio barbecue a partire dal fatto di dover dire addio a quell’odore inconfondibile della carbonella o del legno che conferisce un sapore particolare al cibo. In più una delle ragioni che maggiormente viene proposta è la paura di un’impennata del consumo di energia elettrica dovuta anche all’incapacità di rendersi conto della giusta temperatura da usare. Altre preoccupazioni possono poi nascere dal timore che fumo e odori sgradevoli fossero comunque presenti. In realtà tutti questi problemi erano effettivamente presenti quando i primi modelli di griglie elettriche vennero messe nel mercato, fortunatamente la tecnologia è riuscita a migliorarsi riducendo se non eliminando tali inconvenienti.

Il consumo elettrico è certamente un fattore inevitabile, esso dipende dal livello di potenza che possiede la nostra griglia, nel caso in cui le esigenze lo permettessero se si è preoccupati dalla bolletta basterà orientarsi verso un prodotto con una potenza minore. La capacità delle aziende produttrici di adeguare al massimo i propri elettrodomestici hanno permesso di dotare le griglie elettriche in commercio di termostati sempre più efficienti che permettono di essere regolati in base all’alimento che si vuole cucinare. In più le temperature da usare per avere una cottura ottimale sono ormai inserite anche nei manuali d’uso in dotazione dei prodotti quindi, in attesa di diventare chef provetti, basterà farsi aiutare sfogliandoli. Infine la presenza di una vaschetta posta sotto la griglia da riempire d’acqua prima della cottura riesce ad assicurare che il grasso che cola dagli alimenti non vada a cadere sulla fonte di calore, in questo modo si riducono notevolmente sia il fumo che gli odori molesti. Non ultimo va ricordato che una griglia elettrica rappresenta indubbiamente un sistema di cottura molto più sicuro rispetto al caro vecchio barbecue, poter lavorare senza la presenza di una fiamma viva mette a riparo da possibili danni e scottature importanti.

La struttura di una griglia elettrica

Un altro elemento che bisogna tenere in considerazione prima di procedere all’acquisto di una griglia elettrica è la struttura da scegliere che ovviamente dev’essere la più adatta a noi. In commercio esistono griglie fondamentalmente di due tipi di struttura: quella da tavolo e quella a quattro gambe. Nel primo caso parliamo di una griglia estremamente comoda da usare che può essere comodamente trasportata e che può essere poggiata su qualunque piano di lavoro, l’importante è che ci sia sempre una presa elettrica nelle vicinanze e che il ripiano sia dritto e sicuro. La griglia elettrica a quattro gambe invece richiama la struttura tipica di un barbecue ed è un tipo di elettrodomestico che non si presta molto all’essere trasportato. L’aspetto positivo è legato al fatto che di solito è dotata di un ripiano su cui appoggiare ciò che ci è necessario alla cottura del cibo e che è presente in commercio con dimensioni più grandi rispetto a quella da tavola.

Gli accessori

La presenza di accessori per la nostra griglia elettrica è un fattore da tenere in considerazione, chiaramente un prodotto che si presenta come super accessoriato apparterrà ad una fascia di mercato con un prezzo più elevato. Primo fra tutti, quasi indispensabile, è la presenza di un termostato. Un accessorio che ormai si trova nella maggior parte dei modelli in commercio, anche in quelli più economici, necessario per aiutare a capire e a regolare la giusta temperatura per la cottura del cibo. Alcuni modelli offrono inoltre la possibilità di regolare l’altezza della griglia in modo da abbassarla o alzarla scegliendo così la distanza desiderata con la fonte di calore per una cottura ottimale.

Una griglia elettrica dotata di coperchio permette un tipo di cottura più uniforme e morbida del cibo e dà la possibilità di proteggere se stessi e l’ambiente circostante da eventuali schizzi.

Ci sono poi delle griglie elettriche, in questo caso parliamo di modelli di dimensioni più grandi,  che offrono l’interessante possibilità di poter lavorare su due fuochi dotati di resistenze diverse. In questo modo si può avere la possibilità di usare la griglia dotata di un’ampia superficie anche per piccole quantità di cibo senza per questo produrre uno spreco di energia.

Le migliori marche di griglie elettriche

A fronte di una richiesta sempre maggiore sono diverse le aziende impegnate nel mercato dei piccoli elettrodomestici che hanno proposto ai propri clienti svariati modelli di griglie elettriche in modo da venire incontro alle diverse esigenze che riguardano sia l’utilizzo che il portafoglio.

Il marchio spagnolo Cecotec offre ai suoi clienti la possibilità di ottenere buone griglie elettriche a prezzi davvero competitivi. Con modelli che raggiungono anche i 2400 watt e con griglie capaci di regolarsi in altezza propone sia modelli da tavolo che con 4 piedi il cui costo varia dai €29 ai €130.

Una delle migliori aziende nel campo degli elettrodomestici è rappresentato dal gruppo De’Longhi che propone ottimi prodotti anche sotto il marchio Ariete. Le griglie elettriche offerte hanno una potenza che può variare da 800 a 2400 watt, diversi modelli presentano in dotazione sia il termostato che il pratico coperchio. L’azienda italiana propone inoltre prodotti che sono composti anche di una doppia griglia, ciò che sembra invece da ricercare è la presenza di modelli dotati di quattro piedi. Il prezzo può oscillare dai € 40 ai €175.

Ottime griglie elettriche che soddisfano il rapporto qualità/prezzo sono i prodotti del marchio Severin. L’azienda, puntando sull’affidabilità della qualità tedesca, è particolarmente adatta per soddisfare le esigenze di chi è alla ricerca di una griglia elettrica a 4 piedi. Solitamente i prodotti offerti sono dotati di pratici ripiani di supporto con coperchio e termostato regolabile. Il costo può variare dai €30 ai €150.

Cecotec

De’Longhi

Ariete

Severin

Federica Massari

Sono una giornalista professionista classe '82. Ho lavorato come stagista e collaboratrice per la testata "Il Denaro". Sono stata alla Rai nella redazione del Tg2. Ho condotto un programma radiofonico chiamato ‘Living rock ‘n’ metal’ a Roma. Ho lavorato al "Corriere di Salerno" come redattrice e collaboratrice esterna. Ho vissuto due anni a Madrid e attualmente collaboro anche con "El Mirador de Madrid". Mi piace scrivere di spettacoli e di tutto ciò che riguarda la casa, la cucina e il benessere.

Back to top
Apri Menu
grigliaelettricamigliore.it